08.11.2020 – AVVOCATI NEL MONDO – LIBERATA IN VIA TEMPORANEA L’AVVOCATESSA IRANIANA NASRIN SOTOUDEH

L’avvocatessa e attivista per i diritti umani iraniani Nasrin Sotoudeh è stata temporaneamente liberata dal carcere dove era detenuta, con l’accusa di spionaggio e propaganda contro lo Stato, a causa delle sue precarie condizioni di salute conseguenti allo sciopero della fame che ha portato avanti nelle ultime sei settimane per protestare contro le condizioni di detenzione dei prigioneri politici in Iran.

Nasrin Sotoudeh venne arrestata nel 2018 e condannata nel 2019 ad un totale di 38 anni e mezzo di prigione e 148 frustate per il suo pacifico lavoro in favore dei diritti umani, inclusa la difesa delle donne che protestano contro l’obbligo di indossare il velo islamico in Iran. Dei 38 anni di carcere ne dovrá scontare almeno 12.

Sulla sua pagina Facebook l’Avvocatessa ha lanciato un messaggio rivolto a tutti coloro che si stanno impegnando per il rilascio dei tanti prigionieri politici ancora detenuti nelle carceri iraniane:

Cari amici e attivisti per i diritti umani,

Con il vostro amore e cura, sono tornata a casa in congedo medico per seguire le mie cure. Ogni giorno che passo fuori di prigione aspetto di sentire la notizia del rilascio di tutti i prigionieri politici.
Vorrei esprimere la mia gratitudine a tutte le organizzazioni nazionali e internazionali in Iran e all’estero, alle associazioni nei vari Paesi, alle organizzazioni per i diritti umani e a diversi individui come artisti, scrittori, politici, attivisti per i diritti civili, difensori dei diritti umani e i miei cari colleghi di tutto il mondo. È grazie al vostro affetto e sostegno che i prigionieri politici possono sopportare la prigione.
Sperando nel rilascio di tutti i prigionieri politici.
Nasrin Sotoudeh”

Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Plus
  • Email
Stampa questo articolo Stampa questo articolo