TRIBUNALE DI FIRENZE – DECRETI INGIUNTIVI – PROBLEMATICHE ED IPOTESI DI SOLUZIONE

Pubblichiamo una tavola riassuntiva del convegno del 6 dicembre 2018 sulle problematiche più frequenti segnalate in materia di decreti ingiuntivi.
Si tratta della sintesi dei lavori del convegno e costituisce un importante punto di riferimento per la materia.

TRIBUNALE DI FIRENZE

PROBLEMATICHE SU DECRETI INGIUNTIVI

SINTESI DELLE SOLUZIONI PROPOSTE DAI RELATORI DEL CONVEGNO DEL 6.12.2018

_____________________

PROBLEMATICA

SOLUZIONE PROSPETTATA AL CONVEGNO DEL 6.12.2018

1) LIQUIDAZIONE COMPENSI Dopo l’elaborazione delle tabelle occorre incontrarsi per approvarle
2) PROVA SCRITTA VENDITE COMMERCIALI E’ sufficiente la copia della fattura e del documento di trasporto firmato solo dal vettore.
Qualora manchino occorre l’estratto autentico delle scritture contabili con attestazione di regolare tenuta
3) PROVA SCRITTA PER I CREDITI BANCARI Occorre l’estratto – conto certificato ex art. 50 TUB anche per i cessionari
4) PROVA SCRITTA E-MAIL Di regola non costituisce prova scritta sufficiente
5) PROVA SCRITTA APPALTO O C. OPERA Occorre copia della fattura e dell’esecuzione dei lavori
6) CAMBIALE O ASSEGNO Anche se non titoli esecutivi sono documento sufficiente per DI
7) LORO ARBITRALE IRRITUALE Può fondare una richiesta per decreto ingiuntivo
8 CREDITI DEL CONDOMINIO Basta il consuntivo o il preventivo con la ripartizione approvata dai condomini
9) CREDITI DEI PROFESSIONISTI Occorre il parere di congruità del Consiglio dell’Ordine di appartenenza
10) CREDITI DERIVANTI DA CONTRATTI NULLI, ANNULATI, RISOLTI O RECEDUTI Non si possono chiedere il con DI perché implicano un giudizio ex ante (risoluzione, nullità, annullamento, recesso) prima di ordinare la restituzione
11) DECRETO EX ART. 647 cpc E’ necessario ma, essendo dichiarativo, gli effetti possono essere fatti retroagire alla data della richiesta.

Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Plus
  • Email
Stampa questo articolo Stampa questo articolo